SoloNapoli
SoloNapoli - La noia
HOME | REGISTRATI | DISCUSSIONI ATTIVE | DISCUSSIONI RECENTI | SEGNALIBRO | MSG PRIVATI | SONDAGGI ATTIVI | UTENTI | REGOLAMENTO DEL FORUM | CERCA | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Non SoloNapoli
 L'angolo dell'articolo
 La noia
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 21:28:46  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dopo la partita col Milan, emergono chiaramente due cose: 1) questa squadra non riesce a produrre uno straccio di gioco; 2) non c'è empatia tra allenatore e giocatori.
Una volta era piacevole veder giocare il Napoli e non soltanto per i napoletani, oggi non lo è più. Si assiste, quasi sempre, a spettacoli penosi, che aprono le labbra in continui sbadigli, figli ovviamente di una noia infinita. La squadra continua a navigare in alto mare, fra onde spumose e venti bizzosi. Qualcuno abbia pietà e ponga fine a questo sconcio, a questo spettacolo indecente, osceno.
La partita. I due terzini sinistri sono entrambi fuori, guarda un po', per infortunio. Ancelotti preferisce Hysaj a Luperto. Manolas, che è un ospedale, continua a stare fuori per infortunio. Al suo posto Maksi. In mezzo al campo Allan, Elmas, che prende il posto di Fabian, guarda un po', infortunato e Zielinski. Calleti al solito posto e in avanti Insigne e Lozano. Fuori Mertens. Il solito 4-4-2 che tanta noia addusse ai figli di Partenope. Della partita mi limiterò a raccontare i due goals che l'hanno caratterizzata, perché tutto il resto, avrebbe detto il Califfo, è noia, solo noia.
Al 25° il Napoli passa in vantaggio. Insigne in area scivola e nello scivolare gli parte un tiro che non avrebbe mai calciato. Palla sulla traversa, l'ennesima. La sfera ritorna in campo. Lozano, lesto e da autentico centravanti, di testa la mette dentro.
Al 29° il Milan pareggia. Krunic converge in area e lascia a Bonaventura. Gran botta di destro e Albatros non ci può arrivare.
Tutto qui. Non mi va di raccontare la noia.
Un giornalista napoletano, conduttore di una trasmissione sportiva, in un suo, dice lui, editoriale, che sarebbe meglio definire delirio, ha avuto la sfacciataggine e l'ardire di paragonare Insigne a Totti, Del Piero e perfino Rivera. Credo che il suddetto giornalista abbia bisogno di aiuto, di cure immediate.
Bene Meret, Maksi, K2, Di Lorenzo, Allan, Elmas, Zielinski. Insufficienti Calleti, Insigne e Hysaj. Migliore in campo Lozano. Insufficiente l'allenatore.
Di grazia, perché deve giocare un Calleti in queste condizioni? È da sciocchi regalare un uomo all'avversario.
Di grazia, perché insistere ancora con Insigne? Non è un campione, e non lo sarà mai. Punto. In più, per chi non l'avesse capito, è destabilizzante e dannoso nello spogliatoio.
Lunedì pare che arrivi il cosiddetto presidentissimo, vale a dire il maggior responsabile, ne spiegherò i motivi in altro post, di quanto accaduto fino ad oggi.
"Venghino", signori, "venghino"! Lo spettacolo ha inizio! Sono di scena: Oggi le comiche!-

AntonioPiccolo89
Utente Senior


Prov.: Napoli
Città: Napoli


1694 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 21:52:21  Mostra Profilo  Invia Email  Rispondi Quotando
Concordo con te che non c'è gioco nè empatia tra squadra e mister,purtroppo è diventato palese. Onestamente è una situazione sempre più paradossale,sembra sempre che sia la prima volta che giochino insieme,invece di andare avanti si va indietro.
E'facile quanto comodo scagliarsi contro l'allenatore,ma mai come in questo caso veramente Ancelotti ci sta mettendo del suo per farsi criticare e finire al centro delle polemiche. Scelte insensate prima e durante le partite. Siamo tutti convinti che Younes abbia un buon potenziale,ma onestamente in questo periodo difficile in cui l'unica cosa che conta è vincere,io non mi spiego che senso ha farlo entrare al posto di Insigne invece di mettere Llorente,aspettando i soliti 10 minuti finali per cercare il colpo vincente.
Insigne-Lozano sono improponibili ma non perchè non siano validi ma perchè insieme in quel ruolo servono a poco o nulla,nonostante il gol sia stato propiziato dal primo e siglato dal secondo,poi per tutto il resto della gara zero o quasi. Insigne in nazionale sembra un altro calciatore,con la maglia del Napoli addosso fa solo ed esclusivamente sempre le stesse cose,sarà anche limitato mentalmente ma a questo punto, nonostante anche io non sia tra i suoi estimatori, inizio a credere che le colpe non siano del tutto sue.

Trovare la via per uscire da questo tunnel secondo me se le cose restano così come sono diventerà utopico.
Torna all'inizio della Pagina

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 22:29:34  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da AntonioPiccolo89

Concordo con te che non c'è gioco nè empatia tra squadra e mister,purtroppo è diventato palese. Onestamente è una situazione sempre più paradossale,sembra sempre che sia la prima volta che giochino insieme,invece di andare avanti si va indietro.
E'facile quanto comodo scagliarsi contro l'allenatore,ma mai come in questo caso veramente Ancelotti ci sta mettendo del suo per farsi criticare e finire al centro delle polemiche. Scelte insensate prima e durante le partite. Siamo tutti convinti che Younes abbia un buon potenziale,ma onestamente in questo periodo difficile in cui l'unica cosa che conta è vincere,io non mi spiego che senso ha farlo entrare al posto di Insigne invece di mettere Llorente,aspettando i soliti 10 minuti finali per cercare il colpo vincente.
Insigne-Lozano sono improponibili ma non perchè non siano validi ma perchè insieme in quel ruolo servono a poco o nulla,nonostante il gol sia stato propiziato dal primo e siglato dal secondo,poi per tutto il resto della gara zero o quasi. Insigne in nazionale sembra un altro calciatore,con la maglia del Napoli addosso fa solo ed esclusivamente sempre le stesse cose,sarà anche limitato mentalmente ma a questo punto, nonostante anche io non sia tra i suoi estimatori, inizio a credere che le colpe non siano del tutto sue.

Trovare la via per uscire da questo tunnel secondo me se le cose restano così come sono diventerà utopico.

Antonio, Insigne in nazionale lo devi vedere, se ci arriverà, quando giocherà contro Francia, Spagna, Germania, inghilterra, Portogallo e così via. Vuoi scommettere che non toccherà palla?
Nel girone di qualificazione dell'Italia, perfino, con tutto il rispetto, l'Avellino o la Casertana si sarebbero qualificati.

Torna all'inizio della Pagina

AntonioPiccolo89
Utente Senior


Prov.: Napoli
Città: Napoli


1694 Messaggi

Inserito il - 23/11/2019 : 22:56:58  Mostra Profilo  Invia Email  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Dario

Citazione:
Messaggio inserito da AntonioPiccolo89

Concordo con te che non c'è gioco nè empatia tra squadra e mister,purtroppo è diventato palese. Onestamente è una situazione sempre più paradossale,sembra sempre che sia la prima volta che giochino insieme,invece di andare avanti si va indietro.
E'facile quanto comodo scagliarsi contro l'allenatore,ma mai come in questo caso veramente Ancelotti ci sta mettendo del suo per farsi criticare e finire al centro delle polemiche. Scelte insensate prima e durante le partite. Siamo tutti convinti che Younes abbia un buon potenziale,ma onestamente in questo periodo difficile in cui l'unica cosa che conta è vincere,io non mi spiego che senso ha farlo entrare al posto di Insigne invece di mettere Llorente,aspettando i soliti 10 minuti finali per cercare il colpo vincente.
Insigne-Lozano sono improponibili ma non perchè non siano validi ma perchè insieme in quel ruolo servono a poco o nulla,nonostante il gol sia stato propiziato dal primo e siglato dal secondo,poi per tutto il resto della gara zero o quasi. Insigne in nazionale sembra un altro calciatore,con la maglia del Napoli addosso fa solo ed esclusivamente sempre le stesse cose,sarà anche limitato mentalmente ma a questo punto, nonostante anche io non sia tra i suoi estimatori, inizio a credere che le colpe non siano del tutto sue.

Trovare la via per uscire da questo tunnel secondo me se le cose restano così come sono diventerà utopico.

Antonio, Insigne in nazionale lo devi vedere, se ci arriverà, quando giocherà contro Francia, Spagna, Germania, inghilterra, Portogallo e così via. Vuoi scommettere che non toccherà palla?
Nel girone di qualificazione dell'Italia, perfino, con tutto il rispetto, l'Avellino o la Casertana si sarebbero qualificati.



E'vero che l'Italia bisogna vederla contro ben altri avversari ma io dubito che il vero Insigne sia questo degli ultimi tempi con la maglia del Napoli e le colpe non sono tutte sue,pure perchè lo stesso si può dire di altri non solo di lui. Ti ripeto non sono tra i suoi estimatori ma buttare la croce solo addosso a Insigne mi sembra ingeneroso e inopportuno.
Torna all'inizio della Pagina

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 24/11/2019 : 00:26:11  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ragazzi il Napoli è un grosso casino in questo momento e voi ritenete quasi che dipenda tutto da Insigne? Ha giocato male come altri, ma almeno ha propiziato ilgoal di Lozano, in netto miglioramento per fortuna. Poi poco altro. MI ripeto: se bastasse tenere fuori Insigne (oggi tranquillamente poteva giocare Mertens sia chiaro) avremmo trovato la soluzione finale. Non è cosi', allo stato tutto va gestito nel miglior modo possibile, poi verra' il tempo delle epurazioni.
Allo stato si vede o si dovrebbe intravvedere:
a) non c'è un gioco. si potra' dire che il gioco di Sarri è fartto di troppi passaggi orizzontali e possesso palla fino alla noia, ma era un gioco. QUello che fa il Napoli è un calcio lento e prevedibile, non funzionano lgi inserimenti dei laterali, non funzionano le penetrazioni centralie le idee sono assai poche. Sara' per colpa dell'aspetto psicologico, dello stato di forma psico fisica scadente, della confusione generata da questo allenatore, della guerra tra ADL e i calciatori, o un po' per via di tutte queste ragioni, ma il Napoli sta facendo letteralmente pieta', fatti salvi alcuni sprazzi da parte di qualcuno. Il Parma, dico il Parma, puo' raggiungerci. Per quanti rigori e favori avra' avuto la Juve, niente puo' giustificare questo osto in classifica. Il responsabile di confusione tattica e del non igoco è l'allenatore. Il quale ha anche colpe nella vicenda del ritiro, ma minori, rima fra tutte l'aver dichiarato che non era d'accordo ; a quel punto era meglio che avesse detto: se il presidente insiste per il ritiro mi dimetto. Invece no, ha paventato l'onesta' intellettuale e punt, in ritiro ci è andato solo lui.
b) i calciatori. Testardi nel non andare in ritiro (che secondo me serve a poco se non è fatto con la testa giusta, con la spinta dell'allenatore, salvo i giorno prima delle partite importanti e non, per trovare la concentrazione giusta. Lontani i giorni in cui nel lontano 82, Tardelli la notte non dormiva - e non parlo di uno che mi è simpatico come soggetto essendo filojuventino). Altrimenti il ritiro è punitivo e serve solo per imporre il peso del padrone. I calciatori vanno puniti, economicamente, ma non con lunghe cause, bensi' secondo regolamenti sportivi. Il loro errore li ha messi contro la gente stessa, il pubblico, e questo è lo sbaglio piu' grande, al di la' delle giuste lamentele contro la proprieta'. Andrebbe recuperata la frizione, piuttosto che additarli solo come gli unici responsabili alla gente. OCn questa media punti e questo staot di cose, continuando ognuno a litigare, rishciamo al retrocessione e non scherzo.
c) Il Presidente. Ha detto dapprima cose giuste ma che non andrebbero dette in piazza, ma al chiuso delle stanze interne, ai singoli. Callejione Mertens non volevano rinnovare, magari, avevano offerte dall Cina, ok, puo' essere. Ma perche' additarli al pubblico prima del tempo? Dire ; sono marchettari, cosa perlatro vera, non ha aiutato , anzi ha inasprito ancora di piu' gli animi. Lui fa cosi', ricordate Reina, il portiere? A un certo punto esce allo scoperto e si lamenta di aspetti extra calcistici di qualcuno, che poi andra' via. QUindi, tra atteggiamenti fuori luogo del divo di Fratta, offese da metabolizzare da parte di Calleti e Ciro, risentimenti passati di Allan ( non passato ad arricchirsi al PSG a suo tempo, non si sa bene perche'), nervosismo e stanchezza di Koulibaly, ADL ordina il ritiro parlando con giornalisti ( mi pare) dopo una brutta prestazione, in una prova di forza, che, visto il tecnico contrario, poteva evitare. A quel punto andava esonerato l'allenatore che deve essere il primo a volerlo. Ma nessuno consiglia il presidentissimo, per cui insiste e combina la frittata. Le uova, i calciatori, erano e sono marci, ma non solo quelli del Napoli, tutti, quindi questa è la miestra, si deve solo imparare a non rompere le uova perche' se no non si puo' fare piu' neppure una frittata, che, appunto, è quello che poi è successo: una frittata senza uova...
Allo stato vedo un tutti contro tutti dal quale non si esce, che fara' solo fallire, ma fallire in modo spropositato, la stagione con conseguenziale deprezzaento del vaore dei giocatori, caro ADL. Le multe si possono irrogare, ma poi a fine anno, conta molto di piu' arrivare quarti e non dodicesimi, in quanto poi le perdite, il Napoli autofinanziandosi, diventano e diventerevvero devastanti .
Se i risultati della guerra sono napoli genoa e milan napoli, allora la guerra è gia' persa, che mentre i compari si azzuffano, ognuno per se', i veri danneggiati siamo solo noi. L'entusiasmo spento, la malinconia e la noia, di cui parla Dario, sono tutte insieme come una scia di dolore, per i tifosi , per chi vive di calcio. La passione, non si compra, si vive e di passione, a volte, si muore anche, dentro. Senza entusiasmo il calcio è un nulla e questo ADl, in questi anni, non lo ha ancora minimamente capito, perso tra bilanci, multe e rivendicazioni di orgoglio, anche legittimo, personalismi nonché trainutili e dannosissime esternazioni.

Torna all'inizio della Pagina

pio
Utente Master




3380 Messaggi

Inserito il - 24/11/2019 : 15:23:50  Mostra Profilo Invia a pio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Rifondazione,allenatore,vendita giocatori,acquisto nuovi giocatori.
Vendere hisay,Kk,ghoulam,allan,zielinsky,insigne,callejon,mertens,younes..
Racimolare si spera 200/250K,prendere esterno dx e sx,centrale difensivo,4 centrocampisti,2 esterni offensivi e 2 attaccanti..
Ci vorranno 300K,poi un allenatore motivato e che sappia dare un gioco e motivare la squadra DELA sarà in grado di finalizzare?Poi se venissero gli sceicchi,allora non ci sarebbero problemi..
Torna all'inizio della Pagina

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 25/11/2019 : 14:46:40  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
A tutto questo aggiungerei Pal e' fierr Bruscolotti negli sogliatoi a sorvegliare

Modificato da - luigi2702 in data 26/11/2019 10:44:15
Torna all'inizio della Pagina

Quaglia34
Utente Master




2487 Messaggi

Inserito il - 25/11/2019 : 16:13:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Quando vedrò questi pidocchiosi "sagliut in pertica" diventare pezzenti, e chiedere l'elemosina nelle piazze delle chiese, o agli angoli dei bar, e come se avessi vinto lo scudetto, o addirittura la CL. Adesso ho due cose da tifare: la maglia del Napoli, e la miseria di questa gente. (Sopratutto per i più anziani).
Torna all'inizio della Pagina

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 26/11/2019 : 10:48:04  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nel frattempo Insigne , ritenuto da ADL il capo della rivolta, si becca la multa piu' alta, stranamente non aprte per Liverpool, direi in modo sospetto, per una contusione per quanto dolorosa, al gomito. Al secondo posto, Allan.
ADL ritiene , a aprte le multe, di dover fare piazza pulita in seguito, giustamente. Ma sbaglia, nel proseguire con l'intransigenza. Serviva mediare, fare finta di trovare un compromesso, per tranquillizzare un po' l'ambiante. Poi, a giugno, epurare, a bocce ferme, senza pieta', magari cominciando a gennaio. Adesso, siccome lui non capisce nulla di calcio, per far vedere che comanda solo lui, fa il capo. Ma a questo punto, cosi' insistendo, per lo meno che l'epurazione la faccia a gannaio, altrimenti se devi tenere gente non motivata in campo, non ci saranno speranza di arrivare almeno quarti.
Torna all'inizio della Pagina

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 26/11/2019 : 15:34:42  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Non ho mai avuto dubbi sulle responsabilità di Insigne, per quanto riguarda l'ammutinamento. Il ragazzo, si fa per dire, è un montato e si crede veramente un talento. Ogniqualvolta è stato sostituito ha creato problemi e con qualsivoglia allenatore. È, come tutti i montati, un insicuro e questa sua insicurezza genera i comportamenti spesso infantili e irrispettosi specialmente verso i suoi compagni di squadra. Credo che l'infortunio al gomito sia la scusa per giustificare la sua esclusione con il Liverpool e il preludio alla sua definitiva uscita dal Napoli. In questa sciagurata vicenda la società non può fare altro che vestirsi di durezza, ma il cosiddetto presidentissimo dovrebbe essere altrettanto duro con suo figlio per le improvvide dichiarazioni rilasciate durante il silenzio stampa.

Torna all'inizio della Pagina

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 27/11/2019 : 00:17:54  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io invece credo che a parte le multe (su cui si puo' anche chiedere leggermente di meno, io mi fermerei la 25 per cento dello stipendio di un mese che non è pochissimo) e le cessioni piu' o meno chiare, Allan e insigne, nonche' gli addii per fine contratot di Calleti e Mertens, sul resto si puo' e si deve mediare. Tanto, alla fine, i nodi verranno ocmunque al pettine. Se i risultati non cambieranno, e non me lo auguro, il primo a cadere sara' l'allenatore, come sempre accade. DI poi, a gennaio, in parte, ma poi a giugno, anche qualche altor accompagnera' i rivoltosi. A cosa serve fare cause davanti a tribunali contro se' stesso non lo capiro' , se avverra'. Adl deve impedire che il giocattolo rotto i trasformi in un disastro totale, cercare di ricompattare per quanto possibile l'ambiente, i tifosi ora sono con lui riguardo la questione e le multe, non lo sarebbero se il napoli sprofondasse ancora di piu' in classifica. Salviamo il quarto posto, crediamo nella qualificaizone agli ottavi, che pure porta soldi e un po' di sorriso, che poi a gennaio non si sa mai, tra qualche cessione eccellente e qualche arrivo... non possa cambiare tutto.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
SoloNapoli © Italiacom Srl Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,26 secondi. | Snitz Forums 2000