SoloNapoli
SoloNapoli - Fine crisi
HOME | REGISTRATI | DISCUSSIONI ATTIVE | DISCUSSIONI RECENTI | SEGNALIBRO | MSG PRIVATI | SONDAGGI ATTIVI | UTENTI | REGOLAMENTO DEL FORUM | CERCA | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Non SoloNapoli
 L'angolo dell'articolo
 Fine crisi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 16/02/2020 : 20:31:58  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Con quella squadra dov'era iniziata, il Cagliari, si è chiusa definitivamente la profonda e lunga crisi del Napoli. Quello ammirato oggi è un Napoli nettamente diverso di quello di qualche mese fa. Un lavoro continuo e meticoloso quello di Gattuso per ridare al Napoli le vesti di squadra e riportare alcuni giocatori alla forma che compete loro. Fabian Ruiz oggi è quello che conoscevamo ieri ed Elmas è veramente prezioso quanto un diamante. Il macedone sulla sinistra è un'ira di Dio: lotta, dribbla, contrasta, crossa, tira e chi più ne ha ne metta. È fondamentale per avere equilibrio ed è impensabile tenerlo fuori. Insigne, per favore, se ne faccia una ragione.
Il Napoli oggi ha dominato in lungo e in largo e ha dato sempre la sensazione di squadra forte, padrona. Ospina non ha mai corso pericoli e, probabilmente, da spettatore non pagante, si è divertito nel veder giocare la sua squadra. Chissà che dirà Maran quando sarà intervistato. Chissà che scuse accamperà. Sarebbe bello se dicesse: - Napoli nettamente superiore e meritevole di vincere.- Dubito che lo dica. Si vedrà.
La partita. Gattuso ripresenta la stessa formazione che ha battuto l'Inter, con la sola eccezione di Hysaj sulla sinistra, che prende il posto di Mario Rui. Si parte. Sin dalle prime battute, dominio assoluto del Napoli. Il Cagliari, impotente, non può fare altro che sperare e pregare. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma più per demerito del Napoli che per merito del Cagliari.
Secondo tempo. Al 65° la svolta. Ciro scambia con Hysaj e si presenta in area. D'incanto, lascia partire un destro a giro. La palla bacia il palo e si deposita in rete. Un gol di straordinaria bellezza. un eurogol! Nel prosieguo della partita più volte il Napoli manca il raddoppio, non sfruttando situazioni favorevolissime. È l'unico appunto che si può muovere alla squadra. In futuro dovrà essere più cinica. Ad ogni modo, la partita si chiude con la vittoria del Napoli. Cagliari - Napoli 0-1.
Uno sguardo ai singoli. Direi tutti oltre la sufficienza, ma Elmas merita una nota particolare. È stato il dominatore assoluto della fascia di competenza: copertura, percussioni e gol sfiorato più volte. A questo punto, è assolutamente impensabile farne a meno, perché non è solo il futuro, è soprattutto il presente. Pandev l'aveva raccomandato. Di Pandev, nostro carissimo amico, ci si può fidare.

pio
Utente Master




3380 Messaggi

Inserito il - 16/02/2020 : 21:11:08  Mostra Profilo Invia a pio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Dario io ho visto un'altra partita,una squadra senza gioco,incapace di fare un'azione d'attacco e finalizzata,se non era per CIRO che si inventava un supergol,si finiva sullo 0-0,infatti poi per la solita leziosita' abbiamo fallito 3 gol permettendo al cagliari di tentare fino all'ultimo,ringraziamo anche gattuso che ha tolto Demme e messo le due mezzali che fanno puntualmente schifo,giocando a due..
Prendiamoci i 3 punti ma io mi sono sia annoiato che incazzato coi nostri ,incapaci di chiudere la partita..
Torna all'inizio della Pagina

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 16/02/2020 : 23:44:01  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
C'e' chi vede il bicchiere mezzo pieno e chi mezzo vuoto. A mio avviso, Gattuso ha fatto quello che era necessario fare subito quando e' arrivato, come anche da lui ammesso. All'inizio ha pensato ad una squadra offensiva e sono arrivate le batoste. Solo dopo ha cominciato un alvoro tattico basato sull'equilibrio e le coperture, che, tranne contro il lecce, si e' visto. Una volta acquisiti punti e tranquillita' per lo meno per il sesto posto, obiettivo realistico stagionale, sicuramente fara' giocare la squadra un po' meglio. Allo stato si deve evitare di allungarsi e lasciar campo agli avversari, poi, in guruto, is potra' cercare di migliorare per sciluppare un calcio piu' offensivo, se possibile, se l'allenatore ne sara' capace. Non e' stata una di quelle partite di una volta, assolutamente, la tattica e' cambiata, anche forzatamente, visti i risultati, anche perche' la crisi in fase realizzativa dovuta alla scarsa percentuale tra goal realizzati e numero di occasioni persiste, nonostante le singole giocate di alcuni. Il gioco, #232; vero, latita, ma verranno tempi migliori. Sotto ocn Brescia e Barca adesso.... con massima concentrazione. GIusto punire Allan, i cui atteggiamenti negativi sono continuati dopo l'ammutinamento, non fu un caso il litigio con Mertens in ritiro. GLi altri , bene o male, si sono messi in riga, Insigne compreso, restava solo lui come ultio dei dissidenti e, a questo punto, forse la causa prima della rivolta, a seguire gli altri casomai. Per fortuna si puo' trovare qualun altor nel suo genere, in giro.... sul mercato di giugno.
Infine, a mio avviso, gli esempi da seguire osno Atalanta (un lunog percorso virtuoso fatto vendendo e con non troppi soldi, cura del settore giovanile, lo stesso allenatore per molti anni) e Lazio ( Lotito #232; simile a ADL, non spnde piu' di quanot non spendiamo noi, anche se avra' la chamion l'anno prossio e noi no, scelta di giocatori tecnici e un allenatore da molti anni che ha dato un gioco). In entrambi i casi non si puo' trovare la ragione dei buoni risultati nel fatto che abbiano dietro multinazionali o forti somme, come al contrario hanno Roma Milan e, fino a quest'anno,il Napoli (quanto meno un bacino di utenza assai superiore il napoli rispetto a loro). Sarri era solito indicar e la calssifica delle potenzialita' economiche. Ebbene quest'anno l'Atalanta ha un turno favorevole di champion, togliera' il quarto posto al Napoli se anche dovesse rimontare. La lazio rishcia di vincere il campionato. Se l'organico restera' questo nel Napoli e se non si prenderanno giocatori migliori degli attuali, non riusciremo piu' a rientrare nei primi quattro. Un Petagna come nuovo acquisto, come titolare e non come riserva, non fara' mai sognare nulla.... serve altro! Lazio e Atalanta, non mi si venga a raccontare, che abbiano speso chissa' cosa, solo che hanno operato meglio, con gente piu' competente e un'organizzazione migliore!

Modificato da - luigi2702 in data 17/02/2020 00:36:19
Torna all'inizio della Pagina

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 17/02/2020 : 06:02:31  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Forse avrò visto un'altra partita, ma ciò che ho visto mi ha divertito e mi ha dato una convinzione: Gattuso si è finalmente convinto che il Napoli, questo Napoli, non è nato per il 4-3-3 e ha schierato la squadra, così come a Milano, con il 4-1-4-1 e, cosa più importante, si è finalmente convinto che si può fare benissimo a meno di Insigne...finalmente. Ci ha messo un po' di tempo, ma ora si è convinto, così come era assolutamente convinto Ancelotti. Vedere Elmas giocare sulla sinistra è una delizia. Finalmente uno che ci va dentro deciso, che contrasta, che rincorre gli avversari non per accompagnarli, ma per fermarli, o stenderli se necessario, che dribbla, tira e quant'altro. Suvvia, è tutta un'altra cosa. Probabilmente il gioco non è ancora a livelli ottimali, ma diamo tempo al tempo. intanto, nel primo tempo di Cagliari, c'è stata una sola squadra in campo, il Napoli, che ha fatto la partita. Non sono state tante le occasioni, ma quella di Manolas meritava miglior fortuna. Il secondo tempo è stato il prosieguo del primo: Napoli sempre padrone del campo. I sardi si sono resi pericolosi, si fa per dire, una sola volta, con una incursione di Pereiro. Simeone non ha mai tirato. Ma che si vuole di più?
Lo ripeterò fino alla noia, per far quadrare il cerchio, bisogna far sedere Insigne in panchina. Ancelotti l'aveva capito con la partita di >Genk, poi successe quello che tutti noi purtroppo conosciamo. Ora l'ha capito anche Gattuso e non gli capiterà quello che è capitato ad Ancelotti, perché l'ex Milan è di scorza dura. Avete presente le parole spese per Allan? e la risposta per il giorno di riposo richiesto dopo la partita di Cagliari, qual è stata? Amici, siamo in buone mani.
Un'ultima cosa. Ancelotti ha commesso diversi errori, ma quello più grande, forse per troppa bontà, è stato quello di non parlar chiaro, come Gattuso. Ad ogni modo, se oggi il Napoli ha due potenziali top player, Fabian Ruiz ed Elmas, lo deve ad Ancelooti e, fidatevi, Lozano non è un brocco.

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
SoloNapoli © Italiacom Srl Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,27 secondi. | Snitz Forums 2000