SoloNapoli
SoloNapoli - È fernuta 'a zezzenella
HOME | REGISTRATI | DISCUSSIONI ATTIVE | DISCUSSIONI RECENTI | SEGNALIBRO | MSG PRIVATI | SONDAGGI ATTIVI | UTENTI | REGOLAMENTO DEL FORUM | CERCA | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Non SoloNapoli
 L'angolo dell'articolo
 È fernuta 'a zezzenella
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 15/01/2020 : 15:47:07  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per quanto mi riguarda, dopo la partita con il Perugia non sono preoccupato, ma preoccupatissimo. Le tarantelle nello spogliatoio continuano e, a mio parere, fino a quando ci sarà un determinato elemento, continueranno per sempre. La prossima vittima di queste tarantelle, mark my words, sarà Meret, che è l'unico potenziale fuoriclasse di questa squadra. Finirà sicuramente alla Juve o all'Inter. Peccato, ma buon per lui. Per quanto riguarda il mercato, giocatori di un determinato spessore è inutile perfino avvicinarli, perché non verrà mai nessuno alle condizioni del cosiddetto presidentissimo, a meno che non sia un pazzo. Un Amrabat qualsiasi è ancora indeciso, manifestando chiaramente la voglia di non venire. Kumbulla, altro gioiello del Verona, non verrà mai. Chi verrà? Chi non trova spazio da altre parti e chi avrà tanta pazienza. Perché pazienza? Perché ci vuole tanta pazienza per firmare un contratto con il Napoli: centinaia di pagine per la felicità del solito. Intanto il San Paolo, una volta tempio di D10S e del tifo, va facendosi sempre più vuoto e le ragioni sono tante, ma la principale è la seguente: il cosiddetto presidentissimo è riuscito a mettere la passione in stato di quiescenza. Altro gravissimo errore è stato quello di regalargli, con una convenzione tutta a suo vantaggio, la gestione del San Paolo. Ma si può? C'è, infine, parte della stampa partenopea, quella chiaramente schierata senza se e senza ma con la presidenza, che invita la tifoseria a riempire nuovamente lo stadio, ma a rassegnarsi alla reale dimensione del Napoli, che è, secondo loro, quella del Torino, Fiorentina, Udinese, e via di questo passo. Dimenticano questi signori, che poi sono i vari Del Genio, Alvino, De Maggio, che il tifoso, in quanto tale, è sognatore e, ammazzandogli i sogni, gli uccidi la passione, quindi la cosa più preziosa. In poche parole auspicano, nonostante l'assassinio della passione, lo stadio pieno, vale a dire ancora una volta per il cosiddetto presidentissimo: 'a votte chiena e 'a mugliera 'mbriaca. Ma stiamo scherzando? Non mi sorprenderebbe
se lo stadio, con Fiorentina e Juve, continuasse ad essere ancora vuoto. In tal modo, forse, qualcuno si accorgerebbe di quanto siano importanti i tifosi, i quali, a loro volta, hanno capito che i traditori non sono i vari Sarri, Higuain, Mazzarri, ma che il tradimento abita da altre parti. Ma questa è un'altra storia.
Tornando alle preoccupazioni di cui prima, dico che non ho notato nessun miglioramento nel gioco con il Perugia. Quel po' di ottimismo che mi aveva preso dopo la partita con la Lazio, è svanito. Vedendo, poi, Meret in panchina e immaginandolo in panchina anche con la Fiorentina, dico che per noi non c'è speranza, almeno con questa presidenza. A questo punto, prendo per buono l'invito fatto dai vari Del Genio, Alvino e De Maggio e dico:- 'O Napule veditavelle vuie.- Al cosiddetto presidentissimo dico: - Pappo', è fernuta 'a zezzenella!
ADLout!!!!!!

luigi2702
Utente Master


Prov.: Napoli
Città: Portici


11146 Messaggi

Inserito il - 15/01/2020 : 18:54:13  Mostra Profilo  Invia Email Invia a luigi2702 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Purtropo sul pappone hai ragione da vendere , lui è l'origine dei mali, ma anche il male minore, in una citta' dove non esist eun imprenditore di pari livello ahime'. POtrebbe vendere, e propbabilmente lo fara' non appen aavra' il Bari in A, con un ricarico incredibile , avendo pagaot il napoli 30 milioni al fallimento. Nel frattepo, questa è la minestra. Il livello economico del Napoli è quello che dicono i vari giornalisti che citi, per cui oltre un certo livello nonis uo' andare, poi i problemi aumentano ocn i rifuti per contratti di 100 pagine o per perplessita' ambientali. Se poi ci metti il Napoli in bassa classifica che non consente la chamion e forse neppure l'europa league, ben pochi che hanno piu' offerte, arriveranno, potendo scegliere la vetrina europea massima o media. Riguardo al tifo, la passione è stata svilita da regole nuove, strane alcune, giuste altre, ma non penso sia diverso nel resto dItalia, quindi ci si dovrebbe adattare, pena lo svuotamento perenne dello stadio o il trasformalo in un teatro senza tifo organizzato.
In ogni caso, i tempi delle vacche grasse sono finiti, si riocmincia, chi lo tenen nel sangue soffrira' come sempre , vista la dirigenza e le condiizoni eonomiche limitate, chi non lo sente dentro, potra' andare la cinema o in gita. Siamo dopo economicamente parlando Juve inter roma . Se il milan viene ben venduto anche dietro il milan. Ma non si capisce perche' dovremmo stare dietro alle latre lazio e atalanta compresa. SIamo economicamente quinti, per cui gestionalmente sd puo' fare meglio o peggio, secondo o sesto posto, questo il nostor potenziale livello, non certo tra il decimo e il dodicesimo posto !
Torna all'inizio della Pagina

Dario
Moderatore


Prov.: Napoli
Città: Pompei


3916 Messaggi

Inserito il - 16/01/2020 : 17:50:59  Mostra Profilo Invia a Dario un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Caro Luigi, l'imprenditoria napoletana, ammesso che esista davvero, dovrebbe solo vergognarsi per aver permesso all'avvoltoio romano di mettere le mani sul Napoli. La vergogna, ammesso che sappiano cosa sia questo nobile sentimento, dovrebbe raggiungere vette ineguagliabili per i politici partenopei, che sono stati letteralmente incapaci di difendere un bene prezioso per vari motivi, il Napoli, dal fallimento. Il Napoli, concorderai sicuramente con me, fallì per un tozzo di pane, facendo le dovute proporzioni, mentre ad altre squadre, vedi Lazio e Roma, molto più inguaiate del Napoli fu concesso di salvarsi. L'avvoltoio romano, meglio conosciuto con lo pseudonimo di pappone, la spuntò, grazie alla complicità di altri due suoi pari, Petrucci e Carraro, che furono messi alle strette da quel Gaucci. La storia la conosci meglio di me.
So perfettamente le condizioni economiche del Napoli e non sono certamente quegli zerbini, i giornalisti di cui all'altro post, che devono ricordarmelo continuamente. Gli zerbini ovviamente hanno sempre parole al miele per il presidente-avvoltoio e non mancano mai di ricordare che, grazie a lui, il Napoli, è l'unica squadra italiana a disputare competizioni europee da dieci anni. Omettono di dire, però, quanto segue: il decennio a cui fanno riferimento è stato un periodo favorevolissimo per le ragioni che si sanno, ma irripetibile e, poiché non è stato sfruttato con vittorie pesanti, è stato miseramente sprecato; non c'è stata una considerevole valorizzazione del marchio e non una struttura che fosse una di proprietà.
Il Napoli non ha settore giovanile e, ovviamente, per questo settore non ha strutture. L'avvoltoio romano da sempre parla di scugnizzeria e di ettari di terreno individuati e da comprare. Il complesso di Castel Volturno, dove si allena la squadra, ovviamente non è di proprietà della società. All'avvoltoio romano è stato dato perfino le stadio San Paolo in gestione con una convenzione che è una vergogna per chi di dovere. Fossi stato io il sindaco, o giunta comunale, o quello che vuoi, mai e poi mai avrei dato in gestione il San Paolo all'avvoltoio romano. In poche parole il Napoli non ha niente, ma niente di niente e si parla di grande imprenditore. Grande imprenditore? e di che? certamente solo per le sue tasche. A proposito, e il tesoretto di 140 milioni? Mistero. Siamo sempre convinti che sia un grande imprenditore? Per le sue tasche, ripeto, certamente. Non è certamente una colpa essere imprenditore per le proprie tasche, ma è sicuramente colpa di chi glielo consente. Di chi, tanto per fare un esempio, non lo costringe mai ad assumersi un rischio, il cosiddetto rischio d'impresa. Per quanto mi riguarda, è stato il peggiore presidente che il Napoli abbia mai avuto.
Non venderà mai, a meno che non lo si costringa e c'è un solo modo per costringerlo: abbandonarlo al suo destino. Tanto, diciamoci la verità, se dobbiamo rassegnarci ad essere l'Udinese di turno, vale a dire essere inutili comparse, meglio scomparire.
Non credo poi alla storia che il Napoli non sia appetibile. Napoli e il Napoli sono appetibilissimi, molto più di Roma, Milano e quant'altro, ma non alle condizioni dell'avvoltoio romano, al quale il Napoli è costato 0. Questa, però, è un'altra storia e se vuoi ne parliamo.

Torna all'inizio della Pagina

pio
Utente Master




3380 Messaggi

Inserito il - 16/01/2020 : 18:09:44  Mostra Profilo Invia a pio un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
gattuso:
4 partite 3 perse
dilorenzo centrale scimunito
meret in panchina
callejon titolare
lozano panchina
insigne titolarissimo
stadio vuoto
critiche ancelotti poi smentite ridicolamente
grazie di tutto gattuso..
con fiorentina e juve altre 2 sconfitte..
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
SoloNapoli © Italiacom Srl Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,22 secondi. | Snitz Forums 2000