SoloNapoli
 HOME | CRONACA | INTERVISTE | MERCATO | VIDEO | FOTO | STAGIONE | FORUM  
Cerca in:
Google SoloNapoli
Interviste
Sarri: "Abbiamo un sogno in comune"

Interviste     9 Luglio 2017     Fonte: SSC Napoli

Insigne: "Può essere un anno importante per noi" - Allan: "Con questa mentalità possiamo raggiungere grandi traguardi"


Sarri: "Abbiamo un sogno in comune" La passione azzurra accende la notte della Val di Sole. Questa sera Maurizio Sarri, Lorenzo Insigne ed Allan hanno incontrato i tifosi al Centro Congressi di Folgarida rispondendo a curiosità e domande dei sostenitori tra l'emozione e l'entusiasmo generale.

Questi gli argomenti e le frasi salienti:

- SARRI -

Avete rimpianti per lo scorso anno?

"L'anno scorso abbiamo fatto fatica dopo l'infortunio di Milik che fu una brutta botta. Abbiamo poi sofferto per un periodo e poi la scelta di Mertens ci ha premiati. Nel calcio ci sono scelte giuste e meno giuste ma non abbiamo grandi rimpianti".

Qual è il suo rapporto con De Laurentiis?

"De Laurentiis è un Presidente molto liberale, mi ha sempre fatto lavorare come io desidero e non mi ha mai imposto alcun compromesso".

Le piacerebbe essere, come ha auspicato il Presidente, il Ferguson del Napoli?

"Non ne ho una idea adesso. A me interessa soprattutto allenare sul campo, non sono una figura da manager, non mi occupo di mercato, non ho conoscenza di tutti i calciatori del Mondo. Abbiamo un Direttore Sportivo di cui mi fido totalmente e che ha grande competenza. A me spetta lavorare sul campo, poi spero di poterlo fare a lungo con il Napoli perché la gioia e la soddisfazione di guidare questa squadra è straordinaria e nessuno me la potrà togliere".

Con il ritorno di Milik sta pensando di cambiare modulo?

"Cambiare schema in attacco sarebbe stupido visto che siamo stata la squadra italiana più prolifica. Le nostre possibilità di migliorare passano nel subìre meno gol, quindi non è il caso di togliere un centrocampista per inserire un attaccante. Il nostro modulo resterà lo stesso, poi a stagione in corso valuteremo anche alternative a partita in corso”.

Avete studiato qualcosa per cercare di non perdere punti contro le piccole squadre?

"Perdere punti contro le cosiddette piccole riguarda tutte le squadre. Sono situazioni che son successe anche alla Juve e alla Roma. Si tratta di episodi inevitabili che capitano a tutti. Ciò che mi interessa è la continuità e noi l'abbiamo persa solo all'andata nell'arco di 20 giorni. Poi dopo la squadra è stata costante e continua. Quindi bisogna proseguire così perché credo che la squadra abbia fatto un salto di mentalità nella seconda parte di campionato. Abbiamo fatto un gioco divertente ma siamo stati anche molto convinti nel cercare la vittoria. Se abbiamo segnato 115 gol un motivo ci sarà”.

Il suo Napoli è stato paragonato a quello di Vinicio:

"E' un paragone con un allenatore che a Napoli ha significato tanto, un tecnico innovatore che era anni avanti a tutti come idea di calcio. Il paragone mi lusinga molto. Ho conosciuto Vinicio e l'ho trovato un uomo fantastico con cui parlare di calcio ad alti livelli. Spero di poter lasciare anche io il segno come lui qui a Napoli".

La preoccupa il preliminare di Champions?

"E' un ostacolo storicamente difficile per le italiane, considerati gli ultimi anni. Si rischia di trovare qualche avversario in maggiore condizione atletica o più avanti come campionato. Confido nella nostra crescita e la squadra credo sappia dare una risposta".

Crede al sogno scudetto?

"Se siamo rimasti tutti insieme è perché abbiamo un sogno in comune. E speriamo che possa realizzarsi il nostro sogno per noi e per il popolo azzurro".

- INSIGNE -

Quanti sacrifici hai fatto per arrivare dove sei e qual è il tuo segreto?

"Da piccolo ho fatto tanti sacrifici, anche lavorando per la mia famiglia, ma sono felice perché sono stato ripagato giocando con la squadra del mio cuore. Non ci sono segreti. Io ho lavorato duramente poi sono cosciente che ho avuto un dono ed ho cercato di fare il massimo per giocare al calcio".

Dopo il gol al Bernabeu hai pensato che potevamo farcela a superare il Real?

“Noi sia all'andata che al ritorno abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Peccato che sia andata male, ma quella sfida ci ha dato ancora più foza e consapevolezza nella nostra potenzialità”

Cosa provi ad essere un napoletano che gioca con la maglia azzurra?

"Io l'ho sempre detto, vivo emozioni stupende soprattutto quando gioco al San Paolo. La gente mi sta dando grande affetto ed io spero di ripagare portando la maglia azzurra al successo insieme alla squadra. Quello che posso assicurare è che noi daremo tutto dalla prima all'ultima partita".

Credete allo scudetto?

"E' un sogno nostro e di tutto il popolo azzurro. Noi abbiamo posto grandi basi per crescere e migliorare. Siamo consapevoli che questo può essere un anno importante per tutti e daremo il massimo fino alla fine".

- ALLAN -

Quello del Napoli è il centrocampo più forte d'Italia?

"Penso che abbiamo un centrocampo molto competitivo con giocatori di qualità. Stiamo crescendo e credo che in futuro possiamo diventare ancora più competitivi. Stiamo lavorando per raggiungere un livello sempre più alto".

Tra di voi si parla di un anno che potrebbe regalare qualcosa di speciale?

"Vogliamo disputare una grande stagione e c'è tanto entusiasmo nel gruppo. Lo scudetto è un sogno di tutti. Vogliamo dare continuità a quanto fatto l'anno scorso".

La Juve è la squadra da battere?

“Certamente è la squadra che ha vinto tanto e che parte davanti, ma ci sono tante avversarie ambiziose. Noi dobbiamo solo pensare a noi stessi e dare il massimo. Però dobbiamo pian piano concentrarci partita dopo partita. Con questa mentalità possiamo raggiungere grandi traguardi”


Notizie Correlate
Ounas: "A Napoli per trovare continuità"
Interviste     21 Luglio 2017 
"Quando è arrivata la chiamata del Napoli, a metà maggio, non c´ho pensato un attimo: volevo fortemente questa squadra"
Ounas: "A Napoli per trovare continuità"
Insigne, Koulibaly e Ghoulam allo spettacolo in piazza
Cronaca     20 Luglio 2017 
Sul palco alla fine della serata è stato invitato il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis che ha ringraziato i tifosi azzurri
Callejon: "Lo scudetto è un obiettivo"
Interviste     20 Luglio 2017 
"Il preliminare? Non si può sbagliare, stiamo lavorando a Dimaro per questo. Sono due partite importanti"
Callejon: "Lo scudetto è un obiettivo"
Albiol: "Dobbiamo essere cattivi"
Interviste     20 Luglio 2017 
"Facciamo un bel calcio ma ora dobbiamo vincere qualcosa. Nel preliminare Champions ci giochiamo un pezzo di stagione"
Albiol: "Dobbiamo essere cattivi"
Insigne: "La Juve è più vicina"
Cronaca     20 Luglio 2017 
"Napoli aspetta lo scudetto da troppo tempo. Diciamo che sono pronto a fare un altro tatuaggio…"
Insigne: "La Juve è più vicina"
Video: gli highlights di Napoli-Carpi
Cronaca     18 Luglio 2017 
Le fasi salienti del match amichevole nella sintesi di Mediaset Premium
Milik: "Scudetto? Perché no, ci spero"
Interviste     18 Luglio 2017 
"Concorrenza con Mertens? Siamo solo all’inizio, è importante avere un concorrente come lui"
Milik: "Scudetto? Perché no, ci spero"
Il Napoli cala il poker al Carpi
Cronaca     18 Luglio 2017 
A Trento gli azzurri piegano 4-1 gli emiliani con le reti di Callejon, Ounas e la doppietta di Milik
Il Napoli cala il poker al Carpi
Doppio compleanno in casa Napoli
Cronaca     18 Luglio 2017 
Il centrocampista Amadou Diawara compie 20 anni, il terzino Ivan Strinic ne compie 30
Doppio compleanno in casa Napoli
Contro il Carpi torna in campo Reina
Cronaca     18 Luglio 2017 
Assente invece Albiol, alle prese con un problema fisico
Commenti  
 Google Alert
I Google Alert vengono in-
viati via e-mail per segna-
lare i nuovi articoli pubbli-
cati su SoloNapoli.com
Frequenza:
E-mail:
 Free E-mail
Username:
Password:
 Newsletter
Le news sul Napoli
nella tua mailbox
Tua e-mail:
© SoloNapoli - Credits - Disclaimer