SoloNapoli
 HOME | CRONACA | INTERVISTE | MERCATO | VIDEO | FOTO | STAGIONE | FORUM  
Cerca in:
Google SoloNapoli
Interviste
Sarri: "Il City non è imbattibile"

Interviste     31 Ottobre 2017     Fonte: Mediaset

Callejon: "Non abbiamo paura di nessuno, rispetto sì. Dobbiamo avere fiducia di portare a casa i tre punti"


Sarri: "Il City non è imbattibile" Maurizio Sarri presenta la delicata sfida con il Manchester City. "E' la miglior squadra d'Europa allenata dal miglior allenatore d'Europa. Non mi posso paragonare a Guardiola che è un mostro sacro, il più forte in circolazione - ha spiegato - Dobbiamo portarli nell'acqua alta, dobbiamo tenerli in bilico, non sono abituati". Bigon ha detto che è meglio di Sacchi. "Il paragone è un'offesa per Arrigo che ha cambiato il gioco del calcio in Europa".

LA CONFERENZA DI SARRI
Mister, cosa le piacerebbe avere di Guardiola?
"Mi piacerebbe che anche la tua emittente (Sky, ndr) smettesse di parlare di provincialismo da parte mia, poi non mi posso paragonare a Guardiola che è un mostro sacro, il più forte in circolazione. Io ho delle idee, ma non ho vinto nulla per paragonarmi a qualcuno. In quale occasione provincialismo? In varie occasioni ed un servizio di domenica sera".

Qual è l'aspetto del calcio di Guardiola che le piace in modo particolare?
"La filosofia di condurre la partita, uscire da dietro con velocità unica, riconquistare subito palla, movimenti geniali che hanno fatto anche contro di noi. Parliamo di un livello assoluto. Parliamo di uno di quei tecnici che hanno cambiato il modo di vedere il calcio".

Il salto in avanti rispetto al ritorno col Real Madrid in cosa consiste? Cosa ha in più il calcio inglese?
"Il calcio inglese ha molte cose in più, a partire da diritti tv che sono quattro volte quelli italiani. Il City quando l'ho visto aveva quasi sempre vinto già al 30', pure lì c'è un divario con le medio-piccole, ma economicamente il divario è inferiore a noi. Loro hanno un impatto con la partita devastante, nei primi 20' hanno numeri incredibili, dovremmo chiedere all'Uefa di farli entrare in campo al 21'. Loro hanno grande merito nell'inizio dell'andata, mai nessuno è uscito così dalla nostra pressione. Siamo di fronte a qualcosa di importante. Dobbiamo portarli nell'acqua alta, loro sono spesso sul 2-0 al 30', dobbiamo tenerli in bilico, loro non sono abituati".

Cosa vi dà l'inizio dell'andata e la seconda parte?
"L'inizio ci dà la forza del City, che ha accelerazioni non comuni, ha fiducia. Dobbiamo entrare subito nella partita. Noi delle difficoltà possiamo crearle, ma servirà una gara difensiva straordinaria".

C'è il rischio che vada come quella dell'andata?
"Come interpretazione sicuramente, la squadra di Guardiola non potrà fare un calcio diverso e neanche noi siamo in grado. Poi gli eventi possono cambiare le gare".

Alberto Bigon ha detto che lei è meglio di Sacchi
"Se smetto di fare questo lavoro adesso non mi ricorderà nessuno perchè non ho vinto niente. Il paragone con lui è un'offesa per Arrigo che ha cambiato profondamento il gioco del calcio in Europa. Tutti dicono che ha vinto con grandi giocatori, ma sono diventati grandi con lui, come Van Basten, Gullit sono diventati grandi con lui. Baresi era finito in B. Con lui hanno fatto il salto di qualità. Detto questo mi fanno piacere i complimenti di Bigon".

Sulle scelte a centrocampo.
"Io penso che una squadra, se vuole stare a questo livello, 3-4 cambi senza perdere di forza li deve avere. Non possiamo cambiare fisionomia con qualche cambio".

Cosa ha detto ai suoi giocatori su questa sfida decisiva?
"Se parlassi come lo faccio alla squadra sarebbe un bip continuo (ride, ndr). L'avevo detto, chi fa qualche punto col City si mette in una situazione positiva poi con lo Shakhtar sarà la gara decisiva".

Il City lo consideri imbattibile?
"No perchè nessuno lo è, ma è la miglior squadra d'Europa allenata dal miglior allenatore d'Europa".

Quale impatto potrà avere il San Paolo sul City?
"Sono giocatori abituati a questi stadi. Col Real fu diverso, facemmo qualcosa di eccezionale e forse loro si sentivano tranquilli dopo l'andata. Spero che il San Paolo ci dia un impatto diverso anche all'inizio anche se all'andata c'erano meriti del City".

L'uomo più pericoloso del City?
"Ederson, faccio una provocazione perchè il loro portiere non ha sbagliato un'uscita da dietro, giocando 50 palloni con la difesa e li ha giocati tutti bene mandando a vuoto la nostra pressione. Per il resto tira fuori uno a caso dall'attacco".

Cambierai qualcosa sul pressing? Delph ti ha un po' sorpreso?
"Sono usciti in 3-2 invece che in 4-1, non dovrebbe cambiarci nulla, ma qualcosa abbiamo sbagliato e dovremo rimediare, ma anche se fai tutto bene c'è una tecnica superiore. I grandi giocatori esistono per questo".

LE PAROLE DI CALLEJON
L'andata cosa vi ha insegnato? Avete maggiore consapevolezza?
"Sapevamo di essere forti già da prima, poi dopo ancora di più. I primi 25' loro li hanno fatti benissimo, ma poi abbiamo reagito e fatto il nostro calcio e quasi pareggiavamo. Siamo usciti consapevoli di essere forti".

Partita decisiva per voi e non per loro.
"Non abbiamo paura di nessuno, rispetto sì. loro sono forti, ma anche noi siamo forti. Dobbiamo avere fiducia di portare a casa i tre punti".

In Europa c'è stato qualche problema in più rispetto all'Italia, cosa hanno di più le inglesi e gli altri campionati?
"In Europa è dura per tutti, la Premier poi è il campionato più forte con tante big, ma in serie A stiamo andando allo stesso livello, tutti vanno forte".

Cosa vi ha detto la gara di andata?
"Dovremo fare la stessa gara, anche se non abbiamo iniziato come dovevamo, ma anche nel finale del primo tempo oltre alla ripresa s'è visto che siamo forti e possiamo competere per loro. Dovremo scendere in campo con questa mentalità, sapendo che è una gara importante e ci giochiamo il girone".

Gara decisiva per gli ottavi?
"Noi la pensiamo così, pensiamo che sia l'ultima. Non so se decisiva, ma importante sì".

Napoli e Manchester City giocano il miglior calcio d'Europa?
"Può essere. Noi giochiamo un bel calcio, il mister ci ha dato una bella filosofia di gioco. Anche loro giocano bene grazie alla filosofia di Guardiola".

Dentro di voi può scattare che è più preziosa la vittoria col Chievo?
"Anche la Champions lo è, è un torneo importantissimo per tutte le big. In campionato stiamo lì, è importante, ma non dobbiamo pensarci, domani è importante la Champions e giocheremo al 100%".

City più forte pure del Real dell'anno scorso?
"Sono dei cicli diversi, entrambe sono troppo forti".

Notizie Correlate
Napoli-Manchester City: le foto
Foto     2 Novembre 2017 
Video: Sarri e Guardiola, confronto a distanza
Cronaca     1 Novembre 2017 
Napoli-City vista dalle panchine
Ghoulam, rottura del crociato del ginocchio
Cronaca     1 Novembre 2017 
Il difensore algerino verrà operato dal Professor Mariani nelle prossime ore a Villa Stuart
Ghoulam, rottura del crociato del ginocchio
Sarri: "La partita è stata sempre in equilibrio"
Interviste     1 Novembre 2017 
"Oltretutto il gol del 3-2 lo abbiamo preso su una ripartenza che seguiva una palla gol nostra"
Sarri: "La partita è stata sempre in equilibrio"
Hamsik: "Bisognava essere più furbi"
Interviste     1 Novembre 2017 
"Nella prima mezz’ora una delle migliori prestazioni mai viste da me qui a Napoli, poi siamo stati puniti da alcuni episodi"
Hamsik: "Bisognava essere più furbi"
Aguero: "Abbiamo vinto su un campo difficile"
Interviste     1 Novembre 2017 
"Per noi è stato un grande risultato aver battuto il Napoli qui. I loro tifosi sono molto caldi"
Aguero: "Abbiamo vinto su un campo difficile"
Guardiola: "Massacrati dal Napoli nei primi 30 minuti"
Interviste     1 Novembre 2017 
"Abbiamo vinto contro una grande squadra, sono innamorato di come gioca la squadra di Sarri"
Guardiola: "Massacrati dal Napoli nei primi 30 minuti"
Napoli-Manchester City: il tabellino
Cronaca     1 Novembre 2017 
Si è giocato davanti a 45mila spettatori circa
Napoli-Manchester City: i voti agli azzurri
Cronaca     1 Novembre 2017 
Il giudizio su giocatori ed allenatore dopo la sconfitta in Champions
Insigne: "Peccato per il risultato, non credo sia giusto"
Interviste     1 Novembre 2017 
"C’è rammarico per quanto dimostrato, siamo riusciti a mettere sotto la migliore squadra d’Europa"
Insigne: "Peccato per il risultato, non credo sia giusto"
Commenti  
 Google Alert
I Google Alert vengono in-
viati via e-mail per segna-
lare i nuovi articoli pubbli-
cati su SoloNapoli.com
Frequenza:
E-mail:
 Free E-mail
Username:
Password:
 Newsletter
Le news sul Napoli
nella tua mailbox
Tua e-mail:
© SoloNapoli - Credits - Disclaimer