SoloNapoli
 HOME | CRONACA | INTERVISTE | MERCATO | VIDEO | FOTO | STAGIONE | FORUM  
Cerca in:
Google SoloNapoli
Interviste
Ancelotti incontra Sacchi e Guardiola

Interviste     14 Ottobre 2018     Fonte: Gazzetta dello Sport

Nel corso del Festival dello Sport di Trento. Il tecnico azzurro: "A Napoli ci sono tutte le condizioni per fare un bel lavoro"


Ancelotti incontra Sacchi e Guardiola Dieci coppe dei Campioni su un palco non si erano mai viste. Non per caso è la rassegna dei record. Pep Guardiola, Carlo Ancelotti e Arrigo Sacchi hanno disegnato calcio, e filosofia di vita, ma anche gustosi duetti tra di loro, in uno dei clou annunciati del Festival dello Sport che si chiude oggi a Trento. “Quando chi gioca meglio vince non è solo riconosciuto come vincitore, ma acquisisce un'autorità morale che non acquisirà mai chi vince non giocando bene”, ha introdotto con una delle tante perle del pomeriggio Arrigo Sacchi, qui in veste anche di padre della patria, quando si parla della bellezza del calcio raccontata dai maestri.

LE BATTUTE — “Io in Italia? Perché no? - ha detto Guardiola - Se mi avessero detto anni fa che avrei allenato il Barcellona poi a Monaco, io col tedesco… Poi ora in Inghilterra non so dove mi porterà. Forse, perché no? Si mangia molto bene qua”. Cosa ruberebbe Guardiola ad Ancelotti? “Il capello. Ma anche Arrigo!”, è stata una delle gag sul palco, mentre Carletto di rimando su Pep: “Certamente non i capelli. Dico la rapidità con cui riesce a trasmettere le proprie idee, l'aspetto più complicato. Lui è stato molto bravo, come quando Arrigo ci diceva di andare a pressare davanti e noi pensavamo: quanta fatica”.

LA CHAMPIONS — Guardiola ha svicolato dal ruolo di possibile favorito per la Champions League: “Come società il nostro più grande successo è stata una semifinale di Champions. Non so se siamo pronti, non abbiamo una storia dietro al di là di chi va in campo. Sono favoriti Real Madrid e Barcellona, che questa storia ce l'hanno, e la Juve che dopo due finali con l'acquisto di Cristiano Ronaldo ha dimostrato di volerlo. Poi l'Atletico che gioca in casa e poi si inseriranno altre: mi auguro che possiamo essere lì”. Dice Ancelotti: “Le squadre italiane fino a ora hanno fatto bene. Noi abbiamo un girone durissimo, lo abbiamo ben indirizzato. Sicuramente sarà competitiva la Juventus, ma le valutazioni di oggi saranno molto diverse in aprile, vedi il Real Madrid dell'anno scorso: la condizione di allora è quello che conta. Mi sembra una Champions League molto più equilibrata, anche perché il Real ha perso un giocatore importante”.

IL NAPOLI DI CARLO — Il tecnico del Napoli ha parlato anche del nuovo ruolo di Insigne: “Lui ha grande talento, le qualità le ha espresse tutte. Come tutti i giocatori è nella fase di sentirsi un giocatore ancora più importante per questa squadra e mettere tutte le qualità al servizio della squadra: questo è il passo che deve e può fare, e sono sicuro che lo farà”. E sulla squadra: “Napoli è una bella famiglia, un bell'ambiente, giocatori giovani che hanno già avuto esperienze importanti, molto umili, una società che ha voglia di crescere, una città bellissima: ci sono tutte le condizioni per fare un bel lavoro”.

IL TIQUI TAKA — Guardiola non vuole il titolo di padre dei tiqui taka: “Non voglio essere un falso umile ma non ho inventato niente. Ho avuto fortuna, a 37 anni ero un allenatore giovane che veniva dalla 4a divisione, con sette giocatori che venivano dalla cantera in cui per tanti anni avevano fatto quello che chiedevamo, e con i soldi per comprare forti giocatori stranieri. Volevamo mangiare il mondo e l'abbiamo mangiato. La forza di quella squadra è stata di essere costante ogni tre giorni per quattro anni. Ci piaceva molto giocare a calcio. Il concetto di tiqui taka non mi piace molto, sembra molto ludico, qualcosa che si fa per scherzare, ma noi facevamo girare la palla perché sapevamo dove finire. Succede una volta nella vita, fa venire nostalgia vederlo”.

I MAESTRI DEI MAESTRI — Guardiola ha parlato dei suoi maestri: “Johan Cruijff è stata la persona più importante. Ci ha aperto gli occhi al Barcellona. Ci ha aiutato a capire una maniera di vedere il calcio, era come andare a scuola ogni giorno, ci ha fatto innamorare di questo gioco al di là del risultato. Insieme ad Arrigo Sacchi è stato l'uomo che ha cambiato di più il calcio, non è un caso che tanti giocatori che sono passati da loro due siano oggi allenatori: ci hanno aperto un mondo, hanno portato l'amore per questo gioco”. Quelli di Ancelotti: “Liedholm, soprattutto nella gestione delle risorse umane. E Arrigo, non solo per quando ho giocato per lui ma anche per i tre anni in cui gli ho fatto da assistente, e ho imparato un metodo per gli allenamenti e per trasferire le idee ai giocatori. Si cominciava a fare la tattica, undici contro zero: sembrava un altro mondo. E questi sono i risultati”. Fino a oggi. Magistrali.

Notizie Correlate
Ancelotti incontra Xabi Alonso
Cronaca     29 Marzo 2019 
"Con l´Arsenal saranno due grandi sfide in ambienti caldi e stadi prestigiosi. Farò il tifo per gli azzurri"
Ancelotti jr: "Mai visto mio padre così sereno"
Interviste     28 Marzo 2019 
"Siamo sempre stati in ambienti in cui c’è voglia di vincere e lui per primo vuole vincere qui"
Ancelotti jr: "Mai visto mio padre così sereno"
De Laurentiis: "Ancelotti a vita con noi"
Interviste     26 Marzo 2019 
"Come Ferguson a Manchester. Ho preso un allenatore che ama la città e il nostro centro sportivo"
De Laurentiis: "Ancelotti a vita con noi"
Ancelotti premiato per lotta contro razzismo
Cronaca     9 Marzo 2019 
Il tecnico del Napoli ha ritirato a Reggio Emilia il vessillo del “Primo Tricolore”
Ancelotti nonno di due gemelli
Cronaca     1 Febbraio 2019 
Partoriti da Ana Galocha, la compagna spagnola del figlio Davide, allenatore in seconda del Napoli
Ancelotti nonno di due gemelli
Ancelotti: "Nel calcio non c'è una sola verità"
Interviste     24 Dicembre 2018 
"Koulibaly è il mio insostituibile, non lo posso negare. E´ un fuoriclasse, faccio fatica a fare meno di lui"
Ancelotti incontra il capitano del Gruppo Sportivo Paralimpico
Cronaca     6 Dicembre 2018 
Il Ten. Col. Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare lo ha ringraziato per essere stato testimonial, insieme ai giocatori, della campagna di comunicazione Fly the Flag
Ancelotti si racconta a Diletta Leotta
Interviste     8 Novembre 2018 
Il tecnico degli azzurri in un’intervista rilasciata a Dazn svela: “Ho convinto Hamsik con il cambio di ruolo”
Ancelotti si racconta a Diletta Leotta
Ancelotti in visita agli scavi di Pompei
Cronaca     10 Ottobre 2018 
Il tecnico azzurro è stato accolto dalle guide e dai custodi delle rovine della città antica
Prandelli: "Ancelotti è una sicurezza"
Interviste     20 Luglio 2018 
"Solo uno come De Laurentiis poteva pensare a Carlo, la sua è stata una vera genialata"
Prandelli: "Ancelotti è una sicurezza"
Commenti  
 Google Alert
I Google Alert vengono in-
viati via e-mail per segna-
lare i nuovi articoli pubbli-
cati su SoloNapoli.com
Frequenza:
E-mail:
 Free E-mail
Username:
Password:
 Newsletter
Le news sul Napoli
nella tua mailbox
Tua e-mail:
© SoloNapoli - Credits - Disclaimer