SoloNapoli
 HOME | CRONACA | INTERVISTE | MERCATO | VIDEO | FOTO | STAGIONE | FORUM  
Cerca in:
Google SoloNapoli
Cronaca
San Paolo, ultimatum del Comune al Napoli

Cronaca     22 Gennaio 2019     Fonte: Repubblica

Un invito firmato dal dirigente dello sport Gerarda Vaccaro che contiene una richiesta economica precisa


San Paolo, ultimatum del Comune al Napoli Se non paghi, non possiamo più concederti lo stadio. È l'ultimatum che il Comune ha inviato l'11 gennaio al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis. Un invito firmato dal dirigente dello sport Gerarda Vaccaro che contiene una richiesta economica precisa: 4 milioni per le stagioni 2016/2017 e 2017/2018.

"Si invita codesta società - si legge nella nota - al pagamento della somma per la quale ci si costituisce in mora e si provvederà ad attivare tutte le procedure tese al suo recupero, anche in forma coatta". La conclusione è un preavviso di sfratto in burocratese: "Non sfuggirà che il soddisfacimento di quanto richiesto rappresenta l'unica circostanza capace di poter garantire, per le prossime stagioni, la disponibilità del Comune a concedere l'uso dell'impianto".

Di fatto il Napoli, come denunciato in consiglio comunale, più volte dal consigliere Nino Simeone, non paga lo stadio dal 2015, anno in cui l'aula approvò una nuova convenzione che il patron non ha mai firmato. Ai 4 milioni quindi va aggiunto anche il costo della stagione 2015/2016. Quanto vale? Altri 2 milioni circa, se il Napoli non firma la convenzione. Il Comune infatti ha calcolato il prezzo dello stadio negli ultimi tre anni partita dopo partita, il 10 per cento degli incassi sui biglietti che ammontano a circa 19 milioni l'anno.

Il paradosso è che si tratta di un esborso maggiore per De Laurentiis, più del doppio rispetto al canone fisso che il patron avrebbe potuto corrispondere all'ente se avesse sottoscritto la convenzione. In realtà il patron azzurro ha sempre contrapposto al debito accumulato le spese sostenute dal club negli ultimi 10 anni. A partire dai tornelli. Lavori anticipati dal Napoli e che spettavano al Comune. Una complicata partita del dare e avere che era a un passo dall'accordo: una transazione pronta, a favore della società azzurra. Ma poi le parti non si sono mai incontrate.

Nella nota partita l'11 gennaio la dirigente chiede a De Laurentiis di "indicare una data tra il 14 gennaio e il 24 per procedere alla sottoscrizione della convenzione". Non a caso venerdì è stato avvistato negli uffici della Filmauro il capo di gabinetto del sindaco Attilio Auricchio. Missione per convincere il patron che, di fronte al conto presentato dal Comune, avrebbe riferito ai suoi frasi di questo tenore: "Mi chiedono una barca di soldi. Non ci sto, potrei davvero andare a giocare a Bari". D'altronde a spulciare il carteggio tra Comune e il Napoli vengono fuori particolari inediti. Alla richiesta di 1,9 milioni per il 2016/2017, il club ha evidenziato a Palazzo San Giacomo di aver sostenuto "spese da scomputare per 2 milioni".

Nell'elenco delle spese datato dicembre 2017 il Napoli inserisce anche "i biglietti omaggio per le scuole". La dirigente rispedisce al mittente quella pretesa valutandola "di dubbia liceità". Dopo aver sottolineato "la valenza educativa" di quei tagliandi infatti Vaccaro scrive: "Non rilevando alcun collegamento causale tra il corrispettivo dovuto da codesta società, relativamente alla stagione in esame, e la fornitura dei biglietti omaggio, rappresentado quest'ultima un mero atto di liberalità, non appare possibile accogliere positivamente quanto richiesto. Diversamente, si configurerebbe da parte dell'amministrazione una censurabile condotta risarcitoria, di dubbia liceità, a fronte di un dichiarato mancato guadagno non misurabile nella sostanza e nel quantum, poiché riferito esclusivamente a biglietti omaggio".

Non solo. Tra le spese il Napoli lamenta "il sovradimensionamento del numero di addetti alla sicurezza" pagati dalla società. Vaccaro però è costretta a ricordare che il numero è dovuto anche alle dichiarazioni rese dal delegato del Napoli circa "il persistente stato di tensione esistente tra i tifosi partenopei e la presidenza del Calcio Napoli". Tradotto: ci vogliono più steward, a detta della stessa società azzurra, visti i rapporti tesi tra le curve e il Napoli. Le uniche spese riconosciute dal Comune riguardano alcuni "presidi di sicurezza" legati invece "alla vulnerabilità dello stadio" e le "manutenzioni sul campo".

A De Laurentiis è stata inviata una bozza di convenzione per 5 anni dall'1 luglio 2018 fino al 30 giugno 2023. Canone di 850 mila euro l'anno, a fronte dei 651 mila versati nella convenzione scaduta e giudicata "svantaggiosa per il Comune" anche dalla Corte dei conti. Altri 50 mila euro fissi l'anno per la pubblicità, più il 10 per cento per "maggiori esposizioni pubblicitarie". Per il Napoli infine la possibilità di "svolgere attività commerciali con punti vendita in aree come Tribuna Posillipo e Distinti". Per il Comune invece la facoltà d'estate di organizzare "manifestazioni ed eventi", come i concerti, "anche sul terreno di gioco", a campionato finito. Cosa che ha fatto già infuriare in passato il patron.

Notizie Correlate
Video: Al San Paolo sei a casa tua
Cronaca     7 Agosto 2019 
Uno spot con attori, comici, scrittori e personaggi dello sport
De Laurentiis: "Voglio riportare le famiglie al San Paolo"
Interviste     31 Maggio 2019 
"Sto studiando con il capo di gabinetto del Comune Auricchio, che è una valida persona dell’amministrazione, per firmare la nuova convenzione e poi vedere come migliorarl"
Furto di faretti al San Paolo
Cronaca     22 Maggio 2019 
Nei bagni della curva A, appena messi a nuovo in vista delle Universiadi,
San Paolo, ecco come sarà a breve
Cronaca     1 Maggio 2019 
I tifosi del Napoli possono farsi già un’idea di come sarà il loro stadio una volta terminati il vaori di maquillage in corso
San Paolo, ecco come sarà a breve
Il calcio a Napoli, breve storia degli impianti sportivi
Cronaca     10 Dicembre 2018 
Dai primi campi all’inglese fino al San Paolo, passando per crolli, bombardamenti e tribune storiche
De Magistris: "Su stadio De Laurentiis bluffa"
Interviste     20 Novembre 2018 
"Non ho mai creduto all´addio della squadra dal San Paolo"
Questione stadio, riavvicinamento in atto
Cronaca     11 Ottobre 2018 
Sgambati: "Credo esistano i presupposti perché si trovi un accordo che accontenti tutte le parti"
De Magistris: "Il Napoli giocherà al San Paolo"
Interviste     11 Settembre 2018 
E il sindaco di Bari: "Le squadre devono giocare nelle proprie città. Tra l´altro il San Nicola non credo abbia l´agibilità Uefa"
De Magistris: "Il Napoli giocherà al San Paolo"
De Laurentiis: "Porto il Napoli a Bari!"
Interviste     11 Settembre 2018 
"Ho chiesto alla Uefa l’autorizzazione a disputare le partite casalinghe di Champions al San Nicola"
De Laurentiis: "Porto il Napoli a Bari!"
Ruiz: "Ho voglia di fare bene"
Interviste     10 Settembre 2018 
"Il Napoli ha fatto un grande sforzo per me e ora devo ripagarlo in campo. Imparerò molto da Ancelotti"
Ruiz: "Ho voglia di fare bene"
Commenti  
 Google Alert
I Google Alert vengono in-
viati via e-mail per segna-
lare i nuovi articoli pubbli-
cati su SoloNapoli.com
Frequenza:
E-mail:
 Free E-mail
Username:
Password:
 Newsletter
Le news sul Napoli
nella tua mailbox
Tua e-mail:
© SoloNapoli - Credits - Seconda Mano