SoloNapoli
 HOME | CRONACA | INTERVISTE | MERCATO | VIDEO | FOTO | STAGIONE | FORUM  
Cerca in:
Google SoloNapoli
Cronaca
Il Napoli strapazza i campioni d'Europa

Cronaca     28 Luglio 2019     Fonte: Gazzetta dello Sport

A Edimburgo la squadra di Ancelotti vince 3-0 contro il Liverpool con i gol di Insigne, Milik e Younes


Il Napoli strapazza i campioni d Il Napoli che non ti aspetti, bello e possibile, si esalta contro il Liverpool campione d'Europa ben oltre il risultato, già di per se stesso clamoroso: 0-3. Quattro giorni prima contro la Cremonese, al di là del 3-3, la squadra di Carlo Ancelotti era apparsa sulle gambe, con meccanismi poco rodati e imprecisa in attacco. Invece nello splendido Murrayfield, tempio del rugby scozzese, con oltre 60 mila spettatori a tifare per i Reds, i protagonisti sono stati Lorenzo Insigne e Arek Milik. Gli inglesi sono apparsi lenti e appannati dopo la tournée, ma sul piano dell'impegno non hanno mai mollato cercando sino all'ultimo almeno il gol della bandiera, negato da Meret con un grande intervento. Questo dà valore al risultato e soprattutto alla prestazione di un Napoli che strappa applausi a scena aperta.

LA RIPARTENZA — Ancelotti schiera la migliore formazione disponibile, spostando centrale Callejon e inserendo Verdi come esterno destro in un 4-4-2 più coperto e anche rapido a trasformarsi in 4-2-4 con Mertens sempre al fianco della prima punta. Al Liverpool, e si sapeva, mancano 4 assi: il tridente titolare Salah-Firmino-Mané, oltre al portiere Alisson. Ma gli inglesi dovrebbero essere più avanti nella preparazione, visto che questa era la penultima amichevole prima dell'inizio della stagione ufficiale. In effetti i Reds partono forte con il Napoli un po' timido e con qualche difficoltà a superare il pressing avversario in uscita. Un cross da sinistra di Robertson trova fuori tempo Manolas e Maksimovic, ma il tap-in di Origi sfila oltre il secondo palo. Gli azzurri riescono a giocare più di prima e così salgono con più facilità e si fanno pericolosi già con un tiro a giro di Verdi, parato da Mignolet. Il portiere si ripete poco dopo su una punizione di Insigne, che appare in gran palla e sempre stimolato contro le squadre di Klopp. Dalla sua parte, grazie anche ai raddoppi di Mario Rui, Alexander-Arnold va in difficoltà. E proprio da quelle parti nasce il gol del vantaggio. A centrocampo Milik ruba palla, il tocco di esterno destro di prima intenzione di Mertens è delizioso e Insigne è lanciato nell'uno contro uno: movimento rapido a rientrare e destro a giro perfetto sul palo più lontano. Con applausi sportivi degli inglesi.

LORENZO & AREK— Il Napoli prende fiducia, i fantasmi di Dublino (un anno fa di questi tempi gli azzurri subirono una imbarcata 5-0 dalla banda di Klopp) vengono scacciati e la squadra trova autostima e voglia di giocare. Ora gli “ohhh” del pubblico sono tutti per Insigne che dà spettacolo. E Lorenzo tornato il Magnifico si invola ancora in contropiede a sinistra e mette in mezzo per Milik, che con tempismo allarga il piattone sottomisura per il 2-0. Altri applausi, convinti. II Liverpool soffre il doppio gancio da k.o. e non riesce ad alzare il ritmo, come gli è congeniale. Questo facilita una difesa del Napoli attenta in cui piace il modo in cui si muove Di Lorenzo e la grinta di Manolas che non lascia più spazi a Origi.

AMIN, E SONO TRE— Nella ripresa Klopp non fa cambi fino all'ora di gioco per alzare il minutaggio di quelli che attualmente sono i suoi titolari. Mentre Ancelotti inserisce Chiriches per Manolas (sofferente per una botta), Ghoulam per Mario Rui e al posto di Mertens c'è Younes. Proprio il tedesco confeziona il 3-0 contro il suo connazionale Klopp. O meglio è un'altra meraviglia di Lorenzo a provocare il gol: destro a giro preciso che Mignolet respinge in qualche modo e Milner non riesce a spazzare, la palla resta lì e Younes la butta dentro. Il Liverpool non si arrende, cerca di chiudere l'avversario ma il Napoli riesce a ripartire con grande eleganza. Ed è sempre Lorenzo, che manda in porta Milik (Mignolet si salva dal pallonetto). Meret si deve guardare dal fuoco amico di una deviazione di Hysaj e noi nel finale si esalta togliendo dall'angolo basso una conclusione potente di Wilson. Klopp fa pure esordire il neo acquisto (dal Fulham) Elliott. Un peperino di 16 anni molto interessante. Ma gli applausi sono tutti per il Napoli.

Notizie Correlate
Ancelotti: "È stata una gran partita"
Interviste     28 Luglio 2019 
"Ma non bisogna esaltarsi. In questo periodo dell´anno conta il lavoro. Dobbiamo proseguire ad allenarci con intensità"
Ancelotti: "È stata una gran partita"
Video: gli highlights di Liverpool-Napoli
Cronaca     28 Luglio 2019 
Le fasi salienti del match nella sintesi presente in rete
Liverpool-Napoli: il tabellino
Cronaca     28 Luglio 2019 
I dati della amichevole giocata ad Edimburgo
Liverpool-Napoli: i voti agli azzurri
Cronaca     28 Luglio 2019 
Il giudizio su giocatori e allenatore dopo la vittoria in amichevole
Commenti  
 Google Alert
I Google Alert vengono in-
viati via e-mail per segna-
lare i nuovi articoli pubbli-
cati su SoloNapoli.com
Frequenza:
E-mail:
 Free E-mail
Username:
Password:
 Newsletter
Le news sul Napoli
nella tua mailbox
Tua e-mail:
© SoloNapoli - Credits - Seconda Mano